Lady Oscar se ne fotte!

17 Ott

 Se trascorri  9 mesi nella pancia di tua madre e, per qualche strano motivo, decidi di coprirti il  sesso con le mani tutte le volte che le fanno un’ecografia, non stupirti se quando esci qualcuno rimane deluso. Se poi, sempre per qualche strano motivo, tua madre ha il pancione a punta, tipico di chi attende un figlio maschio, non stupirti se quando esci tuo padre, alla vista di una creatura sprovvista di ciò che servirebbe almeno per fare la pipì in piedi, ti accoglie con un’espressione che  dice:
–    Come hai potuto farmi questo?
Ti hanno appena calciato in un  mondo pieno di rumore e luce accecante, sei stato “parato” da un ginecologo imbavagliato munito di mannaia e tra pochi minuti un’ostetrica in soprappeso, con una notevole peluria labiale, ti preparerà per presentarti la tua famiglia. Ah, la tua famiglia è composta dall’uomo di prima, quello deluso, e da una donna sudata, sfatta e con delle occhiaie tipiche di chi ha appena corso la Parigi-Roubaix, sulle ginocchia.
Ed eccoti a casa. Benvenuta!
Tua madre ti guarda incantata e ti bacia la punta delle dita dicendo cose del tipo:
–    Ma di chi sono queste manine sante?
Tu pensi che almeno lei dovrebbe saperlo di chi sono… Intanto tuo padre ha i conati di vomito e sta preparando un cesto di vimini per abbandonarti. Nell’attesa prendi confidenza con tutto “l’azzurro” del mondo, perché i tuoi hanno pensato bene di comprare qualsiasi cosa prima che tu nascessi. I vestiti sono azzurri, le lenzuola sono azzurre, persino le bestioline disegnate sui pannolini sono azzurre, e tu? Tu sei nera, incazzata nera, perché tutte le bimbe che vedi in giro hanno abitini rosa, scarpette rosa e lunghi capelli con il nastro rosa. Tu, invece, l’unico nastro rosa che hai visto passare era sul disco di Battisti e gli unici capelli che hai sono quelli sopravvissuti ad un taglio estremo comunemente detto soldato Jane. Ricapitolando, hai quasi 5 anni e sei una femmina, ma vesti come i maschi, hai i capelli come i maschi e frequenti la scuola calcio, dell’oratorio, come i maschi. Va tutto bene. Certo, hai un’identità sessuale confusa che la metà basta e la cosa peggiore è che nemmeno lo sai cos’è un’identità sessuale. (…)

http://it.youtube.com/watch?v=xorHwWP9f2s&feature=related
Eccezionale!!!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Paolofitness e non solo

Per aspera ad astra

Vertical Expression Studio a.s.d.

Associazione Sportiva Dilettantistica

verticalexpressionstudio.wordpress.com/

Arti coreutiche e discipline acrobatiche

AVVOCATOLO

Non tutto l'oro luccica, ma difficilmente puzza.

Chiara - Creazioni in fimo

Bijoux, bomboniere, idee regalo, complementi d'arredo in argilla polimerica

Cammello Blu

Le cose che non capisco

Michele (Caliban)

Perfidissimo Me

BISUS

BIsogni SUSsurranti

Biobioncino's Blog

Andare avanti nella propria quieta disperazione

Fuoridallarete

Since 1990

pigropanda

un blog fuori tempo massimo

jojovertherainbow

There's no places like home

INDIHOPE

LIVE POSITIVE READ POSITIVE

♥ La Jenny ♥

♥ IL BLOG PIU' FASHION DOVE PUOI TROVARE CONSIGLI, RECENSIONI E TUTORIAL SUL MONDO DELLA MODA, DEL MAKE-UP E DELLO STILE ♥

Idiosincrasie quotidiane.

Demolitrice di false speranze. Illusionista virtuale.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: