Archivio | gennaio, 2010

La famiglia è Bradford finchè dura.

31 Gen

Almeno così credo. Almeno così vedo. Almeno così sento.

Per amore dei figli. Per la faccia. Per i parenti. Per gli amici Per il vicinato. Per lo status. Per la gente bene. Per  il parroco. Per la mestra. Per i compagni di classe. Per la signora delle pulizie. Per il capo di papà. Per lo zio che viene dall’America. Per il giorno di Natale. Per la grigliata a Pasquetta. Per chi domanda: a casa tutto bene? Per chi manda i saluti alla signora. Per il medico della mutua. Per tutti i motivi che sembrano buoni motivi, tranne che per se stessi.

Finché un bel giorno ti rendi conto che:

Ai figli fai solo del male.
La faccia l’hai persa davanti allo specchio il giorno che hai iniziato a fingere.
I parenti stanno peggio di te.
Per i vicini non sei che un reality.
Lo status ti reputa uno sfigato.
La gente bene non ti caga.
Il parroco è un pedofilo.
La maestra picchia tuo figlio.
I compagni di tuo figlio lo sfottono per l’apparecchio.
La signora delle pulizie non sa come arrivare a fine mese e della tua famiglia non le importa niente.
Il capo ti darà un calcio nel culo appena non gli servirai più.
Lo zio d’America confessa di essere gay.
Il giorno di Natale diventa solo un’occasione per strafogarsi.
La grigliata di Pasquetta non è che  il capro espiatorio del colesterolo.
Quelli che ti chiedono "Tutto bene?" non ascoltano la tua risposta.
Quelli che salutano la signora, non sanno nemmeno chi sia la signora.
Il medico della mutua ti chiude la porta in faccia se arrivi 10 minuti oltre l’orario di visita.

E allora?
BOOM!

Benvenuti nel mondo reale. Su Radio Selvaggia Libera.

Ode to my family

 

Annunci

Cuori otturati.

26 Gen

"Trovare un nuovo amore? Devo ancora liberarmi da quello vecchio!"
Mi ha detto oggi un amico.

In una società che assolda tutti i media possibili per agevolare gli accoppiamenti, c’è qualcuno che fa pulizia.
Ognuno col proprio metodo. Da solo o supportato da amici. Con rabbia o con dolore.
Anatemi, falò, iperico?
Vale tutto.

E se creassimo una nuova rubrica per Cuori Otturati?
Dove lasciare consigli per perdere l’anima creduta gemella, invece che per trovarla.

Insomma… se mi lasci, ti cancello.
E voi? Che gomma usate?

Un progetto per mettertela al culo.

12 Gen

Oggi ringrazio quella manica di stronzi che hanno inventato il contratto a progetto. Disciplinato dalla Legge Biagi. Varata dal secondo governo Berlusconi. Applicata sulla povera gente che fa fatica a mettere insieme il pranzo con la cena. Del resto, cosa importa? Tanto se hai un contratto a progetto lavori così tante ore che nemmeno sai cos’è la pausa pranzo o l’ora di cena. Non sai cos’è un week end. Non hai idea di che forma abbia una tredicesima, per non parlare della quattordicesima, e il TFR è solo la forma breve di: Ti Fotto Ragionevolmente.
Ragionevolmente perché se ti lamenti, ti fanno ragionare sul fatto che a fine contratto nessuno muoverà un dito per fartelo rinnovare.

Cito le fonti e sfanculo tutti.
http://it.wikipedia.org/wiki/Contratto_a_progetto

http://it.wikipedia.org/wiki/Legge_Biagi

P.s.
Lascio il beneficio del dubbio a Biagi, perché pare che "qualcuno" abbia approfitatto della sua morte per cambiare le carte in tavola. Ma degli altri, e se volete i nomi leggete i link, non risparmio nessuno.

Su RSL per tutti gli sfruttatori c’è una canzoncina dal ritornello esplicativo. Ah, anche il video è molto bello!

Ode a Quagliarella.

7 Gen

Solo per oggi, Radio Selvaggia Libera smette di essere un radio blog per rendere omaggio a un uomo che, ditt tra nuje è pur ‘nu bell guajone, ieri ci ha regalato un goal d’antologia. Un vero EUROGOAL. *
Non amo il calcio, ignoro qualsiasi termine inerente all’argomento e simpatizzo per la Salernitana, ma:

Diamo a Quagliarella ciò che è di Quagliarella.

Per tutti voi e per il nostro Presidente delle Officine: Quagliarella impazzito.
Interpreta il mitico Raffaele Auriemma.

*Eurogoal= dicesi di un goal fichissimo, uno di quelli che "non ce n’è per nessuno".
Spiegazione per chi, come me, è completamente a digiuno di calcio.

Differenziate le dita mozzate. (L’alba del giorno dopo)

1 Gen

Dita si fa per dire. Qualche volta una mano. Un braccio, perché no? Qualcuno ci ha lasciato anche un orecchio. E allora, perché non prevedere un apposito cestino per materiale umido, organico e umano, nella notte dell’ultimo del’anno? Feriti, un botto, proprio a causa dei botti. Non che la cosa mi interessi, ovvio, ognuno è libero di farsi saltare la parte del corpo che preferisce, ma le falangine spiaccicate sulla zona pedonale… ecco, quelle un po’ mi turbano.

Si potrebbe fare come con la cacca dei cani, obbligo di 3 sacchetti e paletta per raccogliere. Così, se perdi un dito, puoi subito eliminarlo dalla strada. Certo, anche nel comune organico va bene. Il casino è se uno perde tutte e due le mani. In quel caso, è compito dell’accompagnatore provvedere allo smaltimento degli arti defunti. 

Chissà, forse con 50.000 firme me la cavo?!? 
Sicuramente sarà molto più semplice far passare una legge del genere che proibire la vendita di quelle porcate. 
Il problema è che gli innocenti, come i semplici passanti, continuerebbero a pagare l’ignoranza di questi poveri dementi che si riempiono le tasche di petardi dalle dimensioni inversamente proporzionali a quelle del loro pene. E così, il telegiornale, potrà sempre ventarsi che la notte di capodanno non ci sono stati morti a causa dei petardi, ma solo feriti gravi. Meno male!

RSL polemica già il primo dell’anno. 
W i veri RIBELLI.

 
 

Paolofitness e non solo

Per aspera ad astra

Vertical Expression Studio a.s.d.

Associazione Sportiva Dilettantistica

verticalexpressionstudio.wordpress.com/

Arti coreutiche e discipline acrobatiche

AVVOCATOLO

Non tutto l'oro luccica, ma difficilmente puzza.

Kiara Kreations Design

Bijoux, bomboniere, idee regalo, complementi d'arredo in argilla polimerica

Cammello Blu

Le cose che non capisco

Michele (Caliban)

Perfidissimo Me

BISUS

BIsogni SUSsurranti

Biobioncino's Blog

Andare avanti nella propria quieta disperazione

Fuoridallarete

Since 1990

pigropanda

un blog fuori tempo massimo

jojovertherainbow

There's no places like home

INDIHOPE

LIVE POSITIVE READ POSITIVE

♥ La Jenny ♥

♥ IL BLOG PIU' FASHION DOVE PUOI TROVARE CONSIGLI, RECENSIONI E TUTORIAL SUL MONDO DELLA MODA, DEL MAKE-UP E DELLO STILE ♥

Idiosincrasie quotidiane.

Demolitrice di false speranze. Illusionista virtuale.