Differenziate le dita mozzate. (L’alba del giorno dopo)

1 Gen

Dita si fa per dire. Qualche volta una mano. Un braccio, perché no? Qualcuno ci ha lasciato anche un orecchio. E allora, perché non prevedere un apposito cestino per materiale umido, organico e umano, nella notte dell’ultimo del’anno? Feriti, un botto, proprio a causa dei botti. Non che la cosa mi interessi, ovvio, ognuno è libero di farsi saltare la parte del corpo che preferisce, ma le falangine spiaccicate sulla zona pedonale… ecco, quelle un po’ mi turbano.

Si potrebbe fare come con la cacca dei cani, obbligo di 3 sacchetti e paletta per raccogliere. Così, se perdi un dito, puoi subito eliminarlo dalla strada. Certo, anche nel comune organico va bene. Il casino è se uno perde tutte e due le mani. In quel caso, è compito dell’accompagnatore provvedere allo smaltimento degli arti defunti. 

Chissà, forse con 50.000 firme me la cavo?!? 
Sicuramente sarà molto più semplice far passare una legge del genere che proibire la vendita di quelle porcate. 
Il problema è che gli innocenti, come i semplici passanti, continuerebbero a pagare l’ignoranza di questi poveri dementi che si riempiono le tasche di petardi dalle dimensioni inversamente proporzionali a quelle del loro pene. E così, il telegiornale, potrà sempre ventarsi che la notte di capodanno non ci sono stati morti a causa dei petardi, ma solo feriti gravi. Meno male!

RSL polemica già il primo dell’anno. 
W i veri RIBELLI.

 
 

Annunci

4 Risposte to “Differenziate le dita mozzate. (L’alba del giorno dopo)”

  1. kiro2006 1 gennaio 2010 a 6:41 pm #

    Bel post. Complimenti…

  2. ailacoinotna 2 gennaio 2010 a 12:32 pm #

    Io sono già pronto a firmare, è strano come alla dolcezza del suono si preferisca la confusione e la prepotenza del rumore. Si vede che la gente non vuole pensare; preferisce farsi del male. Spero che in quest’anno nuovo riesca a capire questo mistero. Buon 2010!!!

  3. glaurito1 9 gennaio 2010 a 1:48 pm #

    io penso che i refusi non vengano mai per caso. Tu scrivi che al tg non fanno altro che "vEntarsi" … che è ancora più significativo che vAntarsi! Bello il tuo blog, di blog così ce ne sono pochi, si contano sulla punta delle dita. Peccato che dita ormai, dopo Capodanno ….  : )

  4. Rebetika 9 gennaio 2010 a 2:32 pm #

    ahahahah è vero, ho scritto ventarsi. Sorry! 😛

    Anche io ho fatto un giro sul tuo blog, lo trovo interessante, divertente e senza refusi. 😉

    buon w.e.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Paolofitness e non solo

Per aspera ad astra

Vertical Expression Studio a.s.d.

Associazione Sportiva Dilettantistica

verticalexpressionstudio.wordpress.com/

Arti coreutiche e discipline acrobatiche

AVVOCATOLO

Non tutto l'oro luccica, ma difficilmente puzza.

Chiara - Creazioni in fimo

Bijoux, bomboniere, idee regalo, complementi d'arredo in argilla polimerica

Cammello Blu

Le cose che non capisco

Michele (Caliban)

Perfidissimo Me

BISUS

BIsogni SUSsurranti

Biobioncino's Blog

Andare avanti nella propria quieta disperazione

Fuoridallarete

Since 1990

pigropanda

un blog fuori tempo massimo

jojovertherainbow

There's no places like home

INDIHOPE

LIVE POSITIVE READ POSITIVE

♥ La Jenny ♥

♥ IL BLOG PIU' FASHION DOVE PUOI TROVARE CONSIGLI, RECENSIONI E TUTORIAL SUL MONDO DELLA MODA, DEL MAKE-UP E DELLO STILE ♥

Idiosincrasie quotidiane.

Demolitrice di false speranze. Illusionista virtuale.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: