La famiglia è Bradford finchè dura.

31 Gen

Almeno così credo. Almeno così vedo. Almeno così sento.

Per amore dei figli. Per la faccia. Per i parenti. Per gli amici Per il vicinato. Per lo status. Per la gente bene. Per  il parroco. Per la mestra. Per i compagni di classe. Per la signora delle pulizie. Per il capo di papà. Per lo zio che viene dall’America. Per il giorno di Natale. Per la grigliata a Pasquetta. Per chi domanda: a casa tutto bene? Per chi manda i saluti alla signora. Per il medico della mutua. Per tutti i motivi che sembrano buoni motivi, tranne che per se stessi.

Finché un bel giorno ti rendi conto che:

Ai figli fai solo del male.
La faccia l’hai persa davanti allo specchio il giorno che hai iniziato a fingere.
I parenti stanno peggio di te.
Per i vicini non sei che un reality.
Lo status ti reputa uno sfigato.
La gente bene non ti caga.
Il parroco è un pedofilo.
La maestra picchia tuo figlio.
I compagni di tuo figlio lo sfottono per l’apparecchio.
La signora delle pulizie non sa come arrivare a fine mese e della tua famiglia non le importa niente.
Il capo ti darà un calcio nel culo appena non gli servirai più.
Lo zio d’America confessa di essere gay.
Il giorno di Natale diventa solo un’occasione per strafogarsi.
La grigliata di Pasquetta non è che  il capro espiatorio del colesterolo.
Quelli che ti chiedono "Tutto bene?" non ascoltano la tua risposta.
Quelli che salutano la signora, non sanno nemmeno chi sia la signora.
Il medico della mutua ti chiude la porta in faccia se arrivi 10 minuti oltre l’orario di visita.

E allora?
BOOM!

Benvenuti nel mondo reale. Su Radio Selvaggia Libera.

Ode to my family

 

Annunci

5 Risposte to “La famiglia è Bradford finchè dura.”

  1. kiro2006 31 gennaio 2010 a 7:09 pm #

    Io voglio bene a mia madre. Ho solo lei. Però, la famiglia in quanto istituzione borghese patinata e cattolica mi sa tanto di ipocrisia.

  2. Rebetika 1 febbraio 2010 a 12:18 pm #

    Il modello americano.
    Il modello pubblicitario.
    Il modello democristiano.
    Ecco cosa ci rende infelici.

    Amare i propri genitori, fratelli, figli, mogli e mariti è una cosa meravigliosa.
    🙂

  3. kookaboorra 3 febbraio 2010 a 4:46 pm #

    quanto hai ragione! bel post, complimenti!

  4. antele 4 febbraio 2010 a 4:05 pm #

    non credo nei buoni motivi. mai vissuto in questo modo. ciao

  5. ruggioso 8 febbraio 2010 a 12:34 pm #

    ahahahah amara verità …. bello questo post,
    Rug

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Paolofitness e non solo

Per aspera ad astra

Vertical Expression Studio a.s.d.

Associazione Sportiva Dilettantistica

verticalexpressionstudio.wordpress.com/

Arti coreutiche e discipline acrobatiche

AVVOCATOLO

Non tutto l'oro luccica, ma difficilmente puzza.

Kiara Kreations Design

Bijoux, bomboniere, idee regalo, complementi d'arredo in argilla polimerica

Cammello Blu

Le cose che non capisco

Michele (Caliban)

Perfidissimo Me

BISUS

BIsogni SUSsurranti

Biobioncino's Blog

Andare avanti nella propria quieta disperazione

Fuoridallarete

Since 1990

pigropanda

un blog fuori tempo massimo

jojovertherainbow

There's no places like home

INDIHOPE

LIVE POSITIVE READ POSITIVE

♥ La Jenny ♥

♥ IL BLOG PIU' FASHION DOVE PUOI TROVARE CONSIGLI, RECENSIONI E TUTORIAL SUL MONDO DELLA MODA, DEL MAKE-UP E DELLO STILE ♥

Idiosincrasie quotidiane.

Demolitrice di false speranze. Illusionista virtuale.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: