Archive | marzo, 2014
Immagine

Per la rubrica “Cinema e altri fenomeni”.

19 Mar

Stasera esce il nuovo numero di Freaks, cinema e altri fenomeni, a tema “SOUD”.

Autoctoni e non, vi aspetto al Blah blah di Torino per una serata all’insegna del cinema, della musica e della festa.

Vorrete mica perdervi il mio pezzo semi serio sulla musica diegetica?

Non viaggiare con una ragazza che esce.

17 Mar

Ormai è chiaro, è stato scritto in ogni versione e in tutte le salse, tutti sappiamo perché è meglio “Non uscire con una ragazza che viaggia”. Ma cosa succede se invertiamo il processo?  Quali rischi corriamo se  viaggiamo con una ragazza che esce?

Non viaggiare con una ragazza che esce. Lei è quella che ti farà perdere l’aereo il mattino della partenza, perché ha passato tutta la notte a festeggiare con  gli amici. 

Non viaggiare con una ragazza che esce. Si annoierà a morte quando tu avrai il jet lag e lei vorrà andare subito a farsi un giro e mangiare cibo spazzatura, ma locale, prima di provare almeno 8 tipi di distillati. 

Non viaggiare con una ragazza che esce. Difficilmente riuscirai a svegliarla presto per fare un’escursione. 

Non viaggiare con una ragazza che esce. Probabilmente ha un  lavoro noioso e dunque quando è in vacanza vuole svagarsi senza per forza tenere un blog giornaliero della sua traversata a nuoto del Pacifico. 

Non viaggiare con una ragazza che esce. Perché ha voglia di spaccarsi, fare l’idiota e non gliene frega nulla di fare la femme fatale dell’Orient Express.

Non viaggiare con una ragazza che esce. C’è la possibilità che il giorno dopo sia completamente in hangover e non si ricordi di averti portato con lei in viaggio. 

Non viaggiare con una ragazza che esce. Lei parla sinceramente, soprattutto se è ubriaca. Quindi non avrà problemi a mandarti affanculo se le stai rovinando la vacanza. 

Non viaggiare con una ragazza che esce. Sarà troppo stanca il giorno dopo per aiutarti a smontare una tenda, caricare la macchina, guidare fino alla prossima stazione di servizio. 

Quindi non viaggiare con una ragazza che esce, a meno che tu non riesca a fregartene dei piani mal riusciti, tabelle di viaggio non rispettate, pigrizia manifesta e cambi repentini di idea sul da farsi o il da vedersi. E se per caso te ne innamori, non azzardarti a svegliarla per la lezione di Kite delle 05:25. Lasciala dormire. 

Lettera a Biancaneve.

14 Mar

Cara Biancaneve,

suvvia, non prendermi in giro. 

Non nasconderti dietro innocenti coincidenze. 

Non menarmela con misteriosi significati. 

Non azzardare ipotesi inconfutabili. 

Non addentrarti in pindariche teorie. 

Non creare falsi miti di conturbante femminilità.

Ma soprattutto, non stupirti se nel trolley hai 24 kg di droga. 

Perché se la gente ti chiama “dama bianca” è perché sei quella che alle feste porta la coca per tutti.

Capito, Biancane’?

Fidati, se a un party ti presenti con due birre al massimo puoi ambire a Puppi, Ciappi, Chicchi, Uolla, Bacci, Tacci, Tua!

Improvvisamente ho voglia di leggere Cioè.

4 Mar

Non so cosa abbia scatenato questo desiderio, forse un post di Clio make-up sulle trousse anni 90, ma sono stata letteralmente assalita dalla voglia di leggere Cioè

Così, sono andata sul sito del famoso magazine e indovinate? Nulla, tutto come una volta.

Ecco cosa mi manca di Cioè.

Le tartarughe sulle pance dei bonazzi in copertina. Certo, ai miei tempi c’erano Keanu Reeves, Brad Pitt, Leonardo Di Caprio e tutti gli ormai ultracentenari di Hollywood. Più un certo Marcus che non ho idea di chi fosse. Però c’era, sempre!

Gli stickers nelle alette appiccicose, ricordo gentilmente prestato da Meg, da attaccare in camera per la gioia di mia madre che poi doveva andarci giù di lametta.

I trucchi scadenti al petrolato e altre porcherie che facevano cascare le ciglia, venire l’herpes e 8 differenti dermatiti.

Le interviste assolutamente inutili al gruppo del momento, al bonazzo del momento, al bonazzo del gruppo del momento.

Il poster di Joey Tempest, in pensione già all’epoca.

La rubrica per sapere se puoi restare incinta con un bacio, come dice Daniela, a stampo.

Il fotoromanzo con i liceali tormentati a causa delle fantasie geometriche dei loro maglioni invernali.

Chissà come sarebbe leggere Cioè oggi?
O meglio, chissà come sarebbe avere 15 anni oggi e leggere Cioè?
Mi piacerebbero i One Direction?
E Justin Bibier?

A proposito, ma chi caspita è Justin Bibier?

Il fidanzato raffreddato.

3 Mar

Se per una donna il raffreddore è un piccolo imprevisto da affrontare nella quotidianità, per l’uomo è un vero e proprio dramma umano ai limiti dell’invalidità permanente. Quello che gli uomini non sanno è che sono stati smascherati e che noi donne facciamo solo finta di credere a tutte quelle manfrine. 

Cari uomini, ecco come una donna legge realmente i sintomi del vostro raffreddore.

“Mi sento soffocare” = ho un leggero grattino in gola, ma se la tisana me la fai tu è meglio.

“Non riesco a respirare” = mi prepari l’acqua per i fumi, ma solo dopo avermi messo la pomata balsamica. 

“Ho la febbre alta”= ho 37.2 di febbre, sono spaventato, veglia su di me. 

“Ho male ovunque”= un massaggio sarebbe gradito. Partire dai piedi, grazie. 

“La tosse mi sta tormentando”= Ti prego trova un’angolazione perfetta per il mio cuscino.

“Stanotte è stato un inferno”= Il paracetamolo mi ha fatto sudare. 

“Le mie funzioni vitali sono alterate”= non sento il sapore del cibo.

“Credo di essere anche affetto da labirintite”= ho un orecchio tappato.

“Il mondo sarà costretto a fermarsi”= dovrò stare a casa 2 giorni. 

“Moti violenti sopraggiungono ripetutamente” = ho starnutito più volte. 

“L’acqua potrebbe aggravare le mie condizioni”= non ho voglia di lavarmi. 

Devo ammettere una cosa però… in quei giorni siete adorabili, anche per chi ha poco lo spirito da crocerossina. Tipo me. 

Paolofitness e non solo

Per aspera ad astra

Vertical Expression Studio a.s.d.

Associazione Sportiva Dilettantistica

verticalexpressionstudio.wordpress.com/

Arti coreutiche e discipline acrobatiche

AVVOCATOLO

Non tutto l'oro luccica, ma difficilmente puzza.

Chiara - Creazioni in fimo

Bijoux, bomboniere, idee regalo, complementi d'arredo in argilla polimerica

Cammello Blu

Le cose che non capisco

Michele (Caliban)

Perfidissimo Me

BISUS

BIsogni SUSsurranti

Biobioncino's Blog

Andare avanti nella propria quieta disperazione

Fuoridallarete

Since 1990

pigropanda

un blog fuori tempo massimo

jojovertherainbow

There's no places like home

INDIHOPE

LIVE POSITIVE READ POSITIVE

♥ La Jenny ♥

♥ IL BLOG PIU' FASHION DOVE PUOI TROVARE CONSIGLI, RECENSIONI E TUTORIAL SUL MONDO DELLA MODA, DEL MAKE-UP E DELLO STILE ♥

Idiosincrasie quotidiane.

Demolitrice di false speranze. Illusionista virtuale.