Archivio | elezioni RSS feed for this section

Inception all’italiana.

16 Nov

Questa è la dimostrazione che la gente non sa più come diavolo chiedertelo.

Vorresti accomodarti fuori?

Te ne vai?

La smetti di alitare sul mio contratto?

Saresti così gentile da lasciar stare la Costituzione?

Ti va di togliermi quella trave che hai infilato nel mio deretano quando sei salito al potere?

Potresti farti venire un colpo fatto bene?

Non vuoi raggiungere i tuoi avi all'inferno?

Ti levi dai maroni?

Puoi smettere di starmi sulle palle?

Ti scavi 'ro caz?

Vediamo se almeno così lo capisci.

Per invitare il Presidente a levarsi dai coglioni, inserisci QUI la tua richiesta.

Elezioni o Erezioni?

31 Mar

Roberto Cota non è il mio Presidente.
Non approvo e non condivido il suo programma elettorale, le sue intenzioni e nemmeno la xenofobia leghista. IO NON MI SENTO RAPPRESENTATA DA COTA.

Detto ciò, spendiamo due parole a favore di questa minchiata elettorale.
Tanto per cominciare, provo un profondo schifo per quelli che dicono la sinistra ha perso per colpa del MoVimento.
La sinistra, nel nostro caso la cara vecchia Bresso, ha perso perché non ha fatto una campagna convincente e soprattutto concreta e perché, diciamoci la verità, la gente si fa fottere due o più volte solo da Berlusconi.
Quelli che hanno avuto il coraggio di votare il MoVimento hanno dimostrato che "O così, o Pomì" è un claim buono solo per la pubblicità, e che nella vita di tutti i giorni non ci si può sempre accontentare e scegliere il meno peggio. Il MoVimento era un'altra possibilità, una svolta e come al solito, l'ignoranza e la disinformazione non hanno permesso nessun cambiamento.

Ma torniamo alla Lega. Cari elettori che avete votato per Cota, avete proprio dimostrato di "Averlo Duro", proprio come Bossi, solo che non avete fatto i conti con quell'erezione.
Cosa significa? Beh… non voglio diventare volgare, ma vi assicuro che quando ce la prenderemo tutti nel culo, grazie alla Lega, farà davvero male… quell'erezione.

Certo, come insegna Luttazzi, ormai siamo in terza fase e quindi non sentiamo più nessun dolore.
Cos'è la terza fase? Cercatela sul tubo in Rai per una notte, potreste trovarlo davvero educativo, forse disgustoso, ma davvero utile per capire come è messa l'Italia e come stanno gli italiani: a 90.

Ora chiudo, se no mi sale la bile e non voglio la pelle VERDE.
Sapete com'è, il VERDE mi sbatte.

Selvaggia Agitata.

Elsa Morante, per aprirci gli occhi.

9 Mar

Circola da qualche settimana in rete questo scritto di Elsa Morante. 
Lo riproduciamo per chi se lo fosse perso: 

"Il capo del Governo si macchiò ripetutamente durante la sua carriera di delitti che, al cospetto di un popolo onesto, gli avrebbero meritato la 
condanna, la vergogna e la privazione di ogni autorità di governo. 
Perché il popolo tollerò e addirittura applaudì questi crimini? Una parte per insensibilità morale, una parte per astuzia, una parte per interesse e tornaconto personale. La maggioranza si rendeva naturalmente conto delle sue attività criminali, ma preferiva dare il suo voto al forte piuttosto che al giusto. Purtroppo il popolo italiano, se deve scegliere tra il dovere e il tornaconto, pur conoscendo quale sarebbe il suo dovere, sceglie sempre il tornaconto. 
Così un uomo mediocre, grossolano, di eloquenza volgare ma di facile 
effetto, è un perfetto esemplare dei suoi contemporanei. Presso un popolo onesto, sarebbe stato tutt'al più il leader di un partito di modesto seguito, un personaggio un po' ridicolo per le sue maniere, i suoi atteggiamenti, le sue manie di grandezza, offensivo per il buon senso della gente e causa del suo stile enfatico e impudico. In Italia è diventato il capo del governo. Ed è difficile trovare un più completo esempio italiano.
Ammiratore della forza, venale, corruttibile e corrotto, cattolico senza credere in Dio, presuntuoso, vanitoso, fintamente bonario, buon padre di famiglia ma con numerose amanti, si serve di coloro che disprezza, si 
circonda di disonesti, di bugiardi, di inetti, di profittatori; mimo abile, e tale da fare effetto su un pubblico volgare, ma, come ogni mimo, senza un proprio carattere, si immagina sempre di essere il personaggio che vuole rappresentare." 

Qualunque cosa abbiate pensato, il testo, del 1945, si riferisce a 
B. Mussolini… 

Il testo è di Elsa Morante, una tra le più importanti autrici di romanzi del dopoguerra, nata nel 1912 e morta nel 1985. Lo scritto risale al 1945, è intitolato Il Capo del Governo ed è contenuto in Pagine autobiografiche postume, pubblicato in "Paragone Letteratura" n.456 del febbraio 1988.

P.S. Tutte le persone che ricevono la presente comunicazione hanno l'obbligo civile e morale di trasmetterla.

Non sia mai che qualcuno lo votasse di nuovo…

Ipocriti della domenica.

28 Feb

Dopo i guidatori della domenica, non potevano certo mancare gli ipocriti della domenica.
Chi sono gli ipocriti della domenica?
Sono quelli che nel periodo delle elezioni ci dicono di non usare la macchina la domenica dalle 10:00 alle 18:00.
Sono quelli che si accorgono delle polveri sottili solo tra Febbraio e Marzo.
Stanno principalmente a nord e non capiscono nulla di ecologia, di impatto ambientale e tutto ciò che di nesso e connesso c’è. 

Che triste questa domenica mattina, grigia, bagnata e vittima della GTT*.

* Gruppo trasporti torinesi, meglio noti come quelli che funzionano male e rubano soldi alla gente.

Paolofitness e non solo

Per aspera ad astra

Vertical Expression Studio a.s.d.

Associazione Sportiva Dilettantistica

verticalexpressionstudio.wordpress.com/

Arti coreutiche e discipline acrobatiche

Kiara Kreations Design

Bijoux, bomboniere, idee regalo, complementi d'arredo in argilla polimerica

Michele (Caliban)

Perfidissimo Me

BISUS

BIsogni SUSsurranti

Biobioncino's Blog

Andare avanti nella propria quieta disperazione

Fuoridallarete

Since 1990

pigropanda

un blog fuori tempo massimo

jojovertherainbow

There's no places like home

♥ La Jenny ♥

♥ RECENSIONI, CONSIGLI E CREAZIONI ♥

Idiosincrasie quotidiane.

Demolitrice di false speranze. Illusionista virtuale.

malanotteno.wordpress.com/

Se non puoi dormici sopra, ridici su

il dilettevole dilettarsi del dilettante

Anni di appunti devono trovare ordine per trasformarsi in personaggi e racconti per dare il via ad una complessa cosmogonia. Un punto di confronto (e soprattutto una valvola di sfogo) sono d'uopo ...